La sottile differenza tra notorietà e competenza. (Lost Competence Blues)

Credo che questo post di Assodigitale si commenti da solo.

Molte aziende si affidano al nome di una “grande” agenzia e poi trascurano di verificare cosa fanno e come lo fanno. 

keep-calm-and-call-your-pr-guysForse dovrebbe essere ovvio dire che la competenza non si improvvisa, nelle media relations come  in qualsiasi attività CONSULENZIALE ; sarà bene ogni tanto farci un pensierino su questo aspetto: le relazioni pubbliche non sono un service di invio, ma qualcosa ben più di valore, un autentico motore per il business, quando svolte da professionisti autentici.

Suppongo che l’agenzia in questione sia sul mercato da molti anni, ma evidentemente, (ed è lecito domandarsi quanto spesso ciò accade) dopo i primi mesi la gestione del cliente è passata di fatto  in mani inesperte. E non si tratta solo di come è spedita una email, ma dei processi di scelta dei temi , dei contenuti, delle forme in cui questi contenuti devono essere declinati rispetto ai diversi pubblici e media,  etc. etc. Insomma della “consulenza” per la comunicazione, che viene sicuramente pagata, ma …

Dove è il valore per l’azienda ?

Questa voce è stata pubblicata in agenzie PR, consulenza, email, Giornalisti, media relations. Contrassegna il permalink.

Una risposta a La sottile differenza tra notorietà e competenza. (Lost Competence Blues)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>